Home » Impresa » Cessione di mascherine e altri beni impiegati per l’emergenza sanitaria in esenzione i.v.a.

Cessione di mascherine e altri beni impiegati per l’emergenza sanitaria in esenzione i.v.a.

22 Mag 2020

Come gestire le vendite – La configurazione del registratore di cassa telematico.

Premessa.

l’articolo 124 del D.l. 34/2020 ha previsto che dal giorno 20/05/2020 e fino al 31/12/2020 vi sia l’esenzione totale da I.v.a. su una serie di beni impiegati nell’emergenza sanitaria quali:

  • mascherine chirurgiche, Ffp2 e Ffp3;
  • abbigliamento protettivo per finalità sanitarie quali guanti in lattice, vinile e in nitrile, visiere e occhiali protettivi, tute di protezione, calzari e soprascarpe, cuffie copricapo, camici impermeabili, camici chirurgici, termometri, detergenti disinfettanti per mani, dispenser a muro per disinfettanti, soluzione idroalcolica in litri, perossido al 3 per cento in litri;
  • altri strumenti sanitari, per diagnostica ecc. citati nell’art.124 del D.L. 34/2020.

A partire dalla data del 1° Gennaio 2021 sui prodotti sopraelencati sarà invece applicabile l’i.v.a. con aliquota 5%

Procedure operative per la cessione dei suddetti beni – La configurazione del registratore telematico.

Vendite al dettaglio.

Anche se si tratta di vendite in esenzione I.v.a. andrà rilasciato un normale documento commerciale (“vecchio” scontrino).

L’esercente, prima di iniziare la vendita delle mascherine in esenzione i.v.a., dovrà verificare che il proprio registratore telematico (o eventualmente il registratore di cassa tradizionale) sia predisposti per la gestione delle operazioni esenti IVA, art. 10 ai sensi del D.P.R. 633/72.

Per questo motivo è consigliabile contattare il proprio tecnico.

Per prima cosa è necessario configurare il registratore telematico/tradizionale in modo che sia possibile la selezione dell’operazione “Esente IVA”, art. 10.

I corrispettivi della vendita delle mascherine/altri prodotti elencati dovranno essere preventivamente codificati utilizzando il codice I.v.a. “N4” (che comprende le operazioni in esenzione I.v.a.)

Vendite con fattura.

Se le vendite sono effettuate con fattura elettronica la stessa andrà compilata scegliendo il codice operazione “N4 – Art.10 D.p.r. 633/72“. In questo modo l’importo fatturato sarà in esenzione I.v.a.

L’acquisto delle mascherine.

Anche i fornitori provvederanno a non applicare l’i.v.a. sugli acquisti delle mascherine. Per gli acquisti effettuati precedentemente alla data del 20 Maggio (e quindi con applicazione dell’i.v.a.) l’art.124 del D.L.34/2020, in deroga alle regole ordinarie, consente il diritto alla detrazione dell’i.v.a.

Prezzo imposto (solo per le mascherine chirurgiche).

Infine, in conseguenza dell’esenzione dell’i.v.a. ,  le mascherine chirurgiche sino alla fine del 2020 costeranno 50 centesimi contro i precedenti 61.

Tutti gli atri prodotti restano a prezzo libero.

Condividi questo articolo

Ivo Lamberti


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *