Home » Uncategorized » Credito di imposta canoni di locazione.

Credito di imposta canoni di locazione.

28 Mag 2020

BENEFICIO.

È riconosciuto un credito di imposta pari al 60% dei canoni pagati nel 2020 relativamente ai mesi di Marzo, Aprile e Maggio per la locazione di immobili ad uso non abitativo, destinati quindi all’esercizio dell’attività d’impresa e di lavoro autonomo.

SOGGETTI BENEFICIARI.

  • gli esercenti attività d’impresa,
  • di lavoro autonomo
  • enti non commerciali;
  • enti del Terzo settore (ETS);
  • enti religiosi civilmente riconosciuti

con ricavi o compensi non superiori a 5 milioni di Euro nel periodo di imposta precedente (2019); per le sole imprese alberghiere tale limite non si applica.

CONDIZIONE NECESSARIA.

Per poter fruire del beneficio è necessario dimostrare la riduzione del fatturato di almeno il 50% per ciascun mese di riferimento del 2020 rispetto allo stesso mese del periodo di imposta precedente.

(Marzo 2020/Marzo 2019 – Aprile 2020/Aprile 2019 – Maggio 2020/Maggio 2019).

Per le strutture turistico ricettive con attività solo stagionale l’agevolazione è commisurata all’importo pagato nel 2020 con riferimento ai mesi di aprile, maggio e giugno.

UTILIZZO DEL CREDITO DI IMPOSTA.

Tale credito di imposta è utilizzabile, dopo il pagamento dei canoni, nelle seguenti modalità:

  • nel modello REDDITI 2021, relativo al 2020,
  • in compensazione nel modello F24,
  • ceduto al locatore, o ad altri soggetti, compresi gli istituti di credito (art. 122 D.L. 34/2020).

Le modalità attuative, comprese quelle relative all’esercizio dell’opzione, saranno definite con provvedimento del direttore dell’Agenzia delle Entrate, e saranno effettuate in via telematica.

QUALCHE NOTA.

Tale credito di imposta:

  • non è tassato ai fini IRPEF, IRES, IRAP;
  • non rileva ai fini del rapporto di deducibilità degli interessi passivi / componenti negativi ex artt. 61 e 109, comma 5, TUIR;

Inoltre, non operano i limiti di:

  • € 700.000 annui per l’utilizzo in compensazione dei crediti, ex art. 34, Legge n. 388/2000 (aumentato a € 1.000.000, per il 2020, dall’art. 147, DL n. 34/2020);
  • € 250.000 annui previsto per i crediti da indicare nel quadro RU del mod. REDDITI, ex art. 1, comma 53, Legge n. 244/2007.

L’Associazione NetProf Rete tra Professionisti, considerata la necessità di approfondire le singole tematiche, con l’ausilio di circolari, comunicati stampa e chiarimenti da parte degli organi preposti, si riserva di integrare, aggiornare e/o modificare le circolari emanate.

Condividi questo articolo

Rita Casiello


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *