Home » Impresa » Istituzione del codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per le commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante strumenti di pagamento elettronici

Istituzione del codice tributo per l’utilizzo in compensazione, tramite modello F24, del credito d’imposta per le commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante strumenti di pagamento elettronici

4 Set 2020

La notizia:

Il Legislatore ha previsto il riconoscimento di uno specifico credito d’imposta a favore degli esercenti attività d’impresa e di lavoro autonomo parametrato alle commissioni addebitate per le transazioni effettuate con specifici mezzi di pagamento tracciabili (POS, carte di credito, ecc.).

La norma:

L’articolo 22, comma 1, del decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124, prevede che agli esercenti attività di impresa, arte o professioni spetta un credito di imposta pari al 30 per cento delle commissioni addebitate per le transazioni effettuate mediante carte di credito, di debito o prepagate emesse da operatori finanziari soggetti all’obbligo di comunicazione previsto dall’articolo 7, sesto comma, del decreto del Presidente della Repubblica 29 settembre 1973, n. 605; spetta altresì per le commissioni addebitate sulle transazioni effettuate mediante altri strumenti di pagamento elettronici tracciabili.  Soggetti interessati e caratteristiche del credito di imposta:

Il credito di imposta spetta:

Agli esercenti attività d’impresa / lavoro autonomo

  • con ricavi / compensi relativi all’anno precedente non superiori a € 400.000
  • nella misura del 30% delle commissioni addebitate per le operazioni (cessioni di beni / prestazioni di servizi)

rese nei confronti di consumatori finali effettuate tramite carte di credito / debito / prepagate / altri strumenti

di pagamento elettronici tracciabili

  • sulle commissioni dovute relativamente alle operazioni effettuate dall’1.7.2020
  • non rientrano tra gli strumenti di pagamento elettronico tracciabili i bollettini postali / assegni

Modalità di utilizzo del credito di imposta:

  • è utilizzabile esclusivamente in compensazione nel mod. F24, da presentare tramite i servizi telematici dell’Agenzia (Entratel / Fisconline) o intermediari abilitati a decorrere dal mese successivo a quello di sostenimento della spesa.

Codice tributo istituito:

  • 6916 Credito d’imposta commissioni pagamenti elettronici – articolo 22, decreto-legge 26 ottobre 2019, n. 124

n.b. Al fine di consentire di determinare l’ammontare del credito di imposta spettante agli esercenti, gli operatori che mettono a disposizione i sistemi che consentono il pagamento elettronico sono tenuti a trasmettere mensilmente, in via telematica, l’elenco delle transazioni effettuate nel periodo di riferimento, comprensivo del prospetto delle commissioni addebitate.

Restiamo a Vs. disposizione per ogni eventuale ed ulteriore chiarimento in merito.

L’Associazione NetProf Rete tra Professionisti, considerata la necessità di approfondire le singole tematiche, con l’ausilio di circolari, comunicati stampa e chiarimenti da parte degli organi preposti, si riserva di integrare, aggiornare e/o modificare le circolari emanate.

Condividi questo articolo

Antonio Starace


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *