Home » Impresa » CdM del 15 Ottobre: I punti salienti delle misure contenute nel Decreto Fiscale

CdM del 15 Ottobre: I punti salienti delle misure contenute nel Decreto Fiscale

16 Ott 2019

Questa notte il CdM ha presentato il DL fiscale volto ad anticipare alcune delle novità fiscali che ci interesseranno dal prossimo anno

Da una prima lettura della bozza dello schema di decreto legge in emanazione qui di seguito riepilogo molto brevemente alcune delle novità sulle materie più comuni riferite alla nostra quotidianità rinviando a successiva analisi quanto di più tecnico e settoriale previsto nello stesso documento:

Stretta sulle compensazioni tra le quali quelle dei crediti derivanti dalle dichiarazioni dei redditi che non potranno essere più utilizzati prima della presentazione del modello dichiarativi

L’estensione a tutto il 2020 dell’esonero dalla predisposizione delle fatture elettroniche concernenti materia sanitaria

I primi passi delle dichiarazione Iva precompilata per il cui avvio è previsto che per le operazioni poste in essere dal 1 luglio 2020 verranno messe a disposizione dei soggetti IVA bozza dei registri iva e delle comunicazioni periodiche e dall’esercizio 2021 anche quella della dichiarazione annuale

Riduzione graduale da 3.000 a 2000 dal 2020 e 1.000 euro dal 2021 del limite delle singole operazioni regolabili per contante

La partenza dal 2020 della cosiddetta lotteria degli scontrini incentivata dall’esenzione da imposte dei relativi premi , una maggiore possibilità di vincita per chi paga con moneta elettronica e la partecipazione ai premi dell’esercente per le sole operazioni regolate con moneta elettronica

Sanzioni agli esercenti che non trasmettono i corrispettivi contenenti i codici fiscali dei partecipanti alla lotteria

La possibilità di certificare le operazioni con fatture e scontrini emessi direttamente dal POS opportunamente integrato

Le sanzioni per chi non accetta pagamenti POS fissata in 30 euro + un 4% del valore non accettato

Obbligo del conto corrente dedicato all’attività esteso alle ditte individuali anche in regime forfettario con il quale si potranno effettuare incassi e pagamenti relativi alla sola attività esercitata

Infine degna di nota tra le altre diverse norme la previsione volta a definire la querelle concernente l’assoggettamento ad IVA delle prestazioni delle Autoscuole che saranno soggette ad aliquota ordinaria del 22% dal gennaio 2020 e sempre da tale data saranno tenute alla certificazione del corrispettivo mediante scontrino telematico

Salvatore Cuomo
Socio Fondatore NetProf

Condividi questo articolo

Angelo Fanizzi


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *